Tutti gli articoli di amministratore

NEWS riattrezzatura Pulo Altamura

A giudicare dal numero di macchine presenti al Pulo lo scorso fine settimana ipotizzo si sia diffusa la notizia che alcune vie siano già state riattrezzate.

Ricordo a tutti di posteggiare le auto nel miglior modo possibile ma sopratutto di lasciare libero il passaggio verso il campo oltre il parcheggio, il contadino passa con il trattore, fidatevi passa anche se l’auto non è posteggiata bene.

Avevo già annunciato su Facebook le prime sistemazioni ma è tempo di dare un pò di informazioni aggiuntive

Le facili vie della parete del vecchiaccio hanno tutte sosta con moschettone ad ok, cosi come la storica Sogliola. Passando ai faticosi strapiombi sono state riattrezzate le vie dalla dolce signora fino a Mai gridare al pulo.

Riscoperta e riattrezzata la fessura di El Diablo, anche il grado sale e si stabilizza sul 7b.

Il primo 7c pugliese, ice and rest, ha ora oltre ad una catena kinobi inox con generoso moschettone MAXI anche tutte le nuove piastrine inox in sostituzione di quelle artigianali che danneggiavano non poco i moschettoni in lega di nuova concezione.

La raccolta Paypal si è conclusa (max 30gg) ma per chi volesse contribuire i recapiti fisici sono sempre gli stessi .

K2indoor : Segreteria

Kanku Dai: Strippoli Daniele

I rampicanti : Stefano Cristofaro

alla prossima

Progetto Riattrezzatura Pulo di Altamura

La storica Falesia del Pulo di Altamura ha bisogno di manutenzione, sulle vie di arrampicata troviamo ancora moschettoni da ferramenta, piastrine artigianali e strani tipi di ancoraggio. Come ogni anno, da Settembre a Dicembre sarà affollata di arrampicatori ed è necessario portare la sicurezza agli standard del 2022.

Nessuno chiede il costo di un biglietto per il vostro divertimento per cui contribuire al mantenimento degli itinerari dovrebbe essere un dovere morale, aiutateci.

https://www.paypal.com/pools/c/8MQnbU70Pz.

K2indoor : Segreteria

Kanku Dai: Strippoli Daniele

I rampicanti : Stefano Cristofaro

Potrebbe essere un'immagine raffigurante natura

Statte Graffio restyling

Grazie al prezioso aiuto di Cici (massimo cicinelli) ho finalmente chiodato la partenza diretta di Balsamo di tigre, il grdo cosi dovrebbe assestarsi sul 6c+. Oltre ad una bella partenza strapiombante si è reso cosi indipendente l’inizio di cacca di macca (cH di lumH).

Dicevo, le forti braccia di Cici hanno permesso la sistemazione della base di partenza con il posizionamento di 3 pesanti tronchi e un cordone (non nuovissimo) di sicurezza.

Con l’occasione anche le soste di Balsamo e CH hanno ricevuto un moschettone di calata nuovo di pacca con il contributo dei Rampicanti Climbing Farm

Ricordatevi sempre di Donare in tutti i modi possibili, non è gratis quello che luccica!

Sant’Angelo le Fratte…10 anni dopo

E in un batter d’occhio sono passati 10 anni, in realtà 12, dall’ultima volta che ho arrampicata in questa ombrosa falesia Lucana. La parete principale si staglia alle spalle del paese ed ha un avvicinamento inesistente, sempre in ombra e spesso colpita dal vento che entra nella valle del Melandro.

Nel 2006 erano presenti un paio di vie del mitico Giggino e in compagnia di Miki e Marco abbiamo chiodato una trentina di tiri, gran lavoro di martello e piede di porco per eliminare le scaglie piccole e grandi che costellavano la parte sotto l’evidente tetto. La roccia qui tende purtroppo a fessurarsi molto e la differenza tra una presa eterna e una ad un passo dal distacco è molto labile. Il resto della falesia offre un’arrampicata su roccia solida, spesso a buchi ma sempre tecnica di piedi, in particola modo sulle pance sopra gli strapiombi.

La mia memoria per appigli e appoggi non è più quella di una volta, ma tralasciando le prese scavate, aimè, per superare il tetto dello “SCULTORE” non avevo abusato del trapano su altre vie, invece ora noto alcuni tratti di scalpello o di pulizia eccessiva su alcuni appigli, voglio sperare nella buona fede e nel distacco involontario di scaglie che hanno dato vita a nuove tacche.

Sapevo del distacco di alcune prese su Lobkoviz, dedicata al vescovo Juan Caramuel Lobkowitz, architetto, matematico, filosofo, teologo, astrologo, grafico e stampatore di libri, che si insediò a Sant’angelo le Fratte intorno al 1650. In effetti guardando vecchie foto nella parte più ditosa sembra mancare un appiglio sulla sinistra ma con un pò di fantasia sono riuscito a trovare una nuova methode e subito Samurai (Pierpaolo Gemmati) ne ha fatto una rapida salita. Le prese nella parte più strapiombante sembrano aver avuto contatto diretto con martello e scalpello ma forse anche qui la roccia ha offerto nel tempo appigli migliori, resta in ogni caso un solido 8a molto vario con tratti tecnici e di forza.

Il paese è assolutamente da visitare per ammirare gli oltre 150 murales, sparsi tra i vicoli, incontrare le statue di marmo o bronzo a grandezza d’uomo oppure visitare la pinacoteca, splendidamente ristrutturata, dedicata all’artista locale Michele Antonio Saverio Cancro. Nella sala del terzo piano sono esposte più di cento ritratti dei suoi compaesani ma pare ne abbia realizzati un migliaio.

Annualmente ricorre la festa delle cantine, storiche e scavate nella roccia nei pressi della zona di arrampicata, ricche di salumi formaggi e buon vino da gustare.

Nel breve percorso che porta al centro del paese e al Bar che fronteggia la chiesa Madre incontro il mitico Bob Rock, storico personaggio amante del suo paese e grande promotore del territorio che anni addietro mi ha riservato un’accoglienza regale nei giorni passati ad attrezzare questo piccolo gioiello lucano.

p.s tutti i nomi degli itinerari sono legati alle dimore storiche, personaggi o luoghi del territorio di sant’angelo

Mappa vie Sant’Angelo le Fratte

AGGIORNAMENTO Mattinata Ripe Rosse Alta

Dopo la recente attrezzatura di alcune nuove linee da parte di RocciaeResina e soprattutto la salita da parte di Mattia Besso dell’itinerario al momento più difficile, La Red Line 8b, si rende necessario un piccolo riaggiornamento della mappa.

Tutte le vie, in particolare le più facili, sono state riviste, parzialmente ri chiodate e con moschettone di calata omologato, prestate attenzione alla via dei Solisti che traversa nettamente a destra incrociando Peppa pig.

Questa via ha una chiodatura un pò lunga in stile un pò alpinistico/multipich, considerando la facile difficolta e la morfologia della roccia che presenta alcuni gradoni occorre prestare molta attenzione e non sbagliare linea cercando di rinviare le protezioni di Peppa pig che ha difficolta molto più sostenute. La sosta inoltre richiede la manovra poiche per poter togliere i rinvii occorre scendere molto in diagonale rimanendo rinviati alla corda. In sintesi anche se la difficoltà è molto bassa la tipologia non è propriamente da arrampicata sportiva ne per principianti, prestate attenzione e evitatela se non avete le opportune capacità e conoscenze

Continuate a Contribuire cosi renderemo più confortevoli le vostre giornate su roccia usate Pay pal paypal.me/grazianomontel o donate direttamente nella vostra Palestra di Fiducia

La falesia ha accesso molto breve e recentemente risistemato da Roberto Latino ed è al sole dalle 13 alle 17 c.a

Un accesso per chi proviene da Manfredonia, è quello di proseguire sulla strada statale 89 e dopo 4 gallerie uscire a destra in direzione Mattinata (sp 53).Venendo da Vieste si continua semplicemente lungo la sp 53 svoltando in direzione Mattinata. Proseguire per 1 km e svoltare a destra in netta salita, una stretta stradina vi riporta sulla vecchia strada garganica (2 km) svoltare a destra e dopo circa 1 km trovate la stradina a sinistra che porta al posteggio. Attenzione, spesso sulla piana del posteggio si trovano animali al pascolo, chiudete sempre bene ogni cancello che trovate sul percorso sia in auto sia a piedi.

Castellaneta NEW LOOK

Un intervento di ristrutturazione dovuto per questa splendida falesia degli anni 90′. Spettacolare muro a buchi rare cane e svasi ma dove l’uso dei piedi rimane sempre una costante.

Ideale nelle giornate estive, in ombra dopo le 12 e spesso accarezzato dal vento.

Grazie ad una raccolta fondi, al lavoro di RocciaeResina e qualche materiale extra preso direttamente dal magazzino sono state sostituite tutte le vecchie soste con nuove Kinobi Inox con moschettone, su alcune vie, più facili è presente anche il doppio moschettone per fare moulinette in tranquillità.

Buon divertimento e se potete contribuite https://paypal.me/pools/c/8rjclKkOhc

Mattinata-MonteSaraceno

A conclusione, per il momento della ristrutturazione dei vecchi siti di arrampicata vi presento la falesia di Montesaraceno. Iniziata da Aristo, Marco Dibari, Roberto Latino e amici vari, presentava vecchi itinerari alpinistici e qualche via più moderna ma molto materiale era del tipo artigianale o da ferramenta.

Grazie al fondo richiodatura del Gargano e al lavoro di RocciaeResina, sono state posizionate tutte le soste omologate e con moschettone, richiodate alcune vie, soprattutto facili, in un ottica più sportiva e sicura.

Samurai e Montel hanno aggiunto alcune nuove linee e qualche residua piastrina artigianale verrà prontamente sostituita da luigi e Nicola nei prossimi giorni.

l’accesso avviene facilmente tramite i tornanti che salgono sul monte omonimo da Mattinata; accessi brevi, a mezzacosta dal primo tornante per il settore basso e al di sotto della strada per il settore più alto.

RIGNANO GARGANICO La Palestrina

Questa è una delle tante falesie nascoste o dimenticate che con il fondo ri chiodatura https://paypal.me/pools/c/8rjclKkOhc stiamo recuperando e portando ai noti standard pugliesi di sicurezza e qualità, non dimenticate di contribuire per quello che potete, grazie.

Credit: Rocciaeresina, Samurai, Luigi Longo, Nicola De Simone.accesso Da Foggia seguire le indicazioni per Rignano Garganico, sp 22, da questa si incrocia la sp 28 (che porta al palombaio, e si inizia la salita verso la cittadina. Dopo alcune curve la falesia di presenta di fronte alla vista, proseguire oltre e posteggiore sulla destra in corrispondenza di una netta curva a sinistra. Questo è un vecchio punto panoramico con scarsa manutenzione, parcheggiare nell’ampio spazio ivi presente. Scendere verso valle sulla strada e prendere il sentiero sulla destra, bolli rossi, che attraversa la collina fino alle rocce.

Statte HOKUNOKEN manutenzione

Con l’arrivo della stagione calda abbiamo posizionato nuove soste omologate inox Kinobi e un pò di ancoraggi ormai arrugginiti. Con i fondi raccolti dal Progetto Natura Verticale e il contributo di RocciaeResina sono state aggiornate le vie più frequentate ma qualche itinerario necessiterebbe ancora di piccoli lavori.

Questo storico settore di Statte, non presenta tante vie ma sicuramente alcuni gioielli, su roccia fantastica, qui si trova la famosa RE NERO, il primo 8b di Puglia e le belle linee di Vegeta e Super Sayan. Comodo accesso e ombra dall’ora di pranzo fino a sera, inoltre la posizione abbastanza in alto nella gravina favorisce la presenza di un piacevole venticello; insomma tutte caratteristiche che lo rendono ideale nelle giornate calde e assolate.

Un ringraziamento a Samurai e Kamikaze per la pazienza e la sicura durante i lavori di manutenzione

Ricordo come sempre il link paypal per il vostro fondamentale contributo https://paypal.me/pools/c/8rjclKkOhc